Matteo Grilli rileva la presenza stabile di una comunità italiana nell'attuale Ghana risalente ai primi anni del Novecento quando alcuni gruppi di emigranti del nord Italia raggiunsero la Costa d'Oro per partecipare allo sviluppo minerario e infrastrutturale della colonia britannica. Anche se durante il Novecento il numero degli italiani non superò mai in media le poche centinaia di individui, la sua importanza economica fu assai rilevante. Lo studio della composizione di questo gruppo di emigrazione e dei meccanismi alla base del suo successo economico gettano luce su dinamiche migratorie ancora poco conosciute.

La comunità italiana in Ghana: cento anni di emigrazione nell'Africa Occidentale

GRILLI M
2011

Abstract

Matteo Grilli rileva la presenza stabile di una comunità italiana nell'attuale Ghana risalente ai primi anni del Novecento quando alcuni gruppi di emigranti del nord Italia raggiunsero la Costa d'Oro per partecipare allo sviluppo minerario e infrastrutturale della colonia britannica. Anche se durante il Novecento il numero degli italiani non superò mai in media le poche centinaia di individui, la sua importanza economica fu assai rilevante. Lo studio della composizione di questo gruppo di emigrazione e dei meccanismi alla base del suo successo economico gettano luce su dinamiche migratorie ancora poco conosciute.
2011
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/3478143
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact