La ricerca analizza gli effetti di istruzioni relative alla difficoltà e alla novità di un compito da affrontare in soggetti che assumono una visione entitaria o incrementale delle proprie abilità. L’esperimento 1 manipola le istruzioni una alla volta. Il compito viene presentato come ‘più facile’, ‘più difficile’, ‘nuovo’, ‘lo stesso’ di uno precedentemente svolto. L’esperimento 2 considera l’incrocio delle due caratteristiche relative al compito, che viene presentato come ‘più difficile e nuovo’, ‘più difficile e lo stesso’, ‘più facile e nuovo’, ‘più facile e lo stesso’. I risultati mostrano che le due dimensioni esaminate (cioè la novità e la difficoltà) influenzano in modo differente gli entitari e gli incrementali e che le dimensioni più critiche sono ‘più difficile’ e ‘lo stesso’. L’aspetto che risulta essere più influenzato è quella relativo all’attribuzione all’abilità. Si riscontrano differenze negli effetti delle istruzioni a seconda della visione entitaria o incrementale delle proprie abilità. Gli entitari risultano più influenzati nella percezione dell’importanza dell’abilità per la buona riuscita e meno nella piacevolezza del compito. I risultati vengono discussi in una prospettiva socio-cognitiva che puntualizza gli effetti motivazionali delle istruzioni sulle caratteristiche di novità e/o facilità del compito.

Basta una parola ? Effetti delle istruzioni sulla facilità e sulla novità del compito

MOE', ANGELICA;
2007

Abstract

La ricerca analizza gli effetti di istruzioni relative alla difficoltà e alla novità di un compito da affrontare in soggetti che assumono una visione entitaria o incrementale delle proprie abilità. L’esperimento 1 manipola le istruzioni una alla volta. Il compito viene presentato come ‘più facile’, ‘più difficile’, ‘nuovo’, ‘lo stesso’ di uno precedentemente svolto. L’esperimento 2 considera l’incrocio delle due caratteristiche relative al compito, che viene presentato come ‘più difficile e nuovo’, ‘più difficile e lo stesso’, ‘più facile e nuovo’, ‘più facile e lo stesso’. I risultati mostrano che le due dimensioni esaminate (cioè la novità e la difficoltà) influenzano in modo differente gli entitari e gli incrementali e che le dimensioni più critiche sono ‘più difficile’ e ‘lo stesso’. L’aspetto che risulta essere più influenzato è quella relativo all’attribuzione all’abilità. Si riscontrano differenze negli effetti delle istruzioni a seconda della visione entitaria o incrementale delle proprie abilità. Gli entitari risultano più influenzati nella percezione dell’importanza dell’abilità per la buona riuscita e meno nella piacevolezza del compito. I risultati vengono discussi in una prospettiva socio-cognitiva che puntualizza gli effetti motivazionali delle istruzioni sulle caratteristiche di novità e/o facilità del compito.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/1774745
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact