Trentotto conigli di popolazione locale “Grigio Rustica” sono stati sottoposti a 2 tipi di allevamento in gabbia multipla: all’interno del capannone (Indoor) e all’esterno (Outdoor). La carne fresca dell’arto posteriore è stata analizzata al NIRS in riflettanza con lunghezze d’onda comprese tra 1100 e 2498 nm, utilizzando uno strumento monocromatore 5000 (FOSS Italia), un software WINISI v.1.50. Dieci campioni selezionati sulla base della distanza globale di Mahalanobis sono stati analizzati per la determinazione della composizione chimica e del profilo acidico. I dati analitici sono stati trattati con il software WINISI per migliorare il set di calibrazione precedente e per stimare la composizione chimica ed acidica dei campioni non analizzati. La spettroscopia NIR è stata altresì utilizzata per discriminare la carne appartenente a conigli allevati Indoor e Outdoor. La predizione della composizione chimica è risultata eccellente per lipidi e sostanza secca, molto buona per proteina grezza, con valori R2 di 0.98, 0.96 e 0.92, SECV di 0.25, 0.35 e 0.31 e 1-VR di 0.95, 0.91 e 0.80, rispettivamente. La predizione del profilo acidico della carne è stata meno accurata. Gli acidi grassi saturi, monoinsaturi e poliinsaturi hanno presentato R2 di 0.98, 0.78 e 0.77, SECV di 2.01, 1.39 e 2.0 e 1-VR di 0.55, 0.74 e 0.57, rispettivamente. La migliore predizione è stata ottenuta con l’acido palmitico (R2=0.99; SECV=1.21; 1-VR=0.79), il più rappresentato (28%). La spettroscopia NIR ha discriminato in modo soddisfacente le carni di coniglio derivate da sistemi di allevamento diversi. L’84% dei conigli allevati Indoor e il 79% di quelli allevati Outdoor sono stati correttamente classificati. La spettroscopia NIR risulta quindi una tecnica sufficientemente sensibile per l’identificazione dell’origine dei campioni considerati e la stima della composizione chimica ed acidica su carne di coniglio fresca permette di ridurre in misura significativa i costi di analisi.

Impiego della spettroscopia NIR per la stima della composizione chimica ed acidica della carne di coniglio e per discriminare l'allevamento outdoor da quello indoor

DALLE ZOTTE, ANTONELLA;SERVA, LORENZO;RIOVANTO, ROBERTO;BERZAGHI, PAOLO
2008

Abstract

Trentotto conigli di popolazione locale “Grigio Rustica” sono stati sottoposti a 2 tipi di allevamento in gabbia multipla: all’interno del capannone (Indoor) e all’esterno (Outdoor). La carne fresca dell’arto posteriore è stata analizzata al NIRS in riflettanza con lunghezze d’onda comprese tra 1100 e 2498 nm, utilizzando uno strumento monocromatore 5000 (FOSS Italia), un software WINISI v.1.50. Dieci campioni selezionati sulla base della distanza globale di Mahalanobis sono stati analizzati per la determinazione della composizione chimica e del profilo acidico. I dati analitici sono stati trattati con il software WINISI per migliorare il set di calibrazione precedente e per stimare la composizione chimica ed acidica dei campioni non analizzati. La spettroscopia NIR è stata altresì utilizzata per discriminare la carne appartenente a conigli allevati Indoor e Outdoor. La predizione della composizione chimica è risultata eccellente per lipidi e sostanza secca, molto buona per proteina grezza, con valori R2 di 0.98, 0.96 e 0.92, SECV di 0.25, 0.35 e 0.31 e 1-VR di 0.95, 0.91 e 0.80, rispettivamente. La predizione del profilo acidico della carne è stata meno accurata. Gli acidi grassi saturi, monoinsaturi e poliinsaturi hanno presentato R2 di 0.98, 0.78 e 0.77, SECV di 2.01, 1.39 e 2.0 e 1-VR di 0.55, 0.74 e 0.57, rispettivamente. La migliore predizione è stata ottenuta con l’acido palmitico (R2=0.99; SECV=1.21; 1-VR=0.79), il più rappresentato (28%). La spettroscopia NIR ha discriminato in modo soddisfacente le carni di coniglio derivate da sistemi di allevamento diversi. L’84% dei conigli allevati Indoor e il 79% di quelli allevati Outdoor sono stati correttamente classificati. La spettroscopia NIR risulta quindi una tecnica sufficientemente sensibile per l’identificazione dell’origine dei campioni considerati e la stima della composizione chimica ed acidica su carne di coniglio fresca permette di ridurre in misura significativa i costi di analisi.
Proc. 3° Simposio Italiano di Spettroscopia NIR
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2444121
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact