Il presente lavoro si propone di approfondire il fenomeno del presenteismo, costrutto ancora poco indagato, soprattutto in Italia, nelle sue implicazioni mediche, psicologiche, sociali ed economiche. Nella prima parte viene proposta una rassegna della letteratura internazione, dei significati, delle cause e conseguenze del fenomeno per la salute individuale e organizzativa. Nella seconda parte, viene presentato uno studio che ha coinvolto, per un periodo di circa un anno, 326 lavoratori appartenenti ad un’azienda operante nel settore metalmeccanico. Tale studio costituisce, a conoscenza di chi scrive, la prima indagine – caratterizzata da un disegno longitudinale e da un approccio multi-metodo, entrambi poco presenti anche nella letteratura internazionale – effettuata nel nostro Paese sul fenomeno del presenteismo. L’indagine prende in esame il ruolo di mediazione del presenteismo nella relazione tra specifici fattori di rischio di contesto e di contenuto del lavoro – crescita lavorativa, conflitto con i colleghi, ricompense sociali – e lo strain psico-fisico. I fattori di rischio sono stati rilevati tramite uno strumento self-report all’inizio dell’anno. I lavoratori, alla fine dello stesso anno, sono stati sottoposti alla visita di sorveglianza sanitaria, in cui il medico competente ha rilevato lo strain psico-fisico. Le relazioni ipotizzate sono state testate stimando un modello di equazioni strutturali con variabili osservate. È emersa un’associazione negativa fra ricompense sociali e presenteismo e positiva fra conflitto con i colleghi e presenteismo. Non è invece emersa alcuna associazione tra crescita e presenteismo. Il presenteismo, a sua volta, predice lo strain psico-fisico. Complessivamente, il presenteismo media la relazione tra ricompense sociali e strain, nonché quella tra conflitto interpersonale e strain, ma non quella tra crescita e strain. Il presente lavoro è caratterizzato da alcuni aspetti innovativi rispetto ai precedenti studi condotti sul tema, sia a livello teorico che metodologico. Da un punto di vista teorico il modello ipotizzato si propone di cogliere specifici fattori di rischio del processo che porta alla formazione dello stress lavorativo, attraverso il ruolo del presenteismo. Da un punto di vista metodologico l’adozione di un disegno di ricerca longitudinale e multi-metodo consente una migliore comprensione delle relazioni tra le variabili indagate, spesso limitata dall’utilizzo esclusivo di strumenti self-report in disegni cross-sectional. Vengono discussi, infine, i possibili interventi finalizzati a prevenire il presenteismo e a minimizzare le sue conseguenze negative sulla salute

Presenteismo e salute dei lavoratori: effetti di mediazione sullo strain psico-fisico in un'indagine longitudinale

FALCO, ALESSANDRA;GIRARDI, DAMIANO;PICCIRELLI, ALESSANDRA;BARTOLUCCI, GIOVANNI BATTISTA;DE CARLO, NICOLA
2013

Abstract

Il presente lavoro si propone di approfondire il fenomeno del presenteismo, costrutto ancora poco indagato, soprattutto in Italia, nelle sue implicazioni mediche, psicologiche, sociali ed economiche. Nella prima parte viene proposta una rassegna della letteratura internazione, dei significati, delle cause e conseguenze del fenomeno per la salute individuale e organizzativa. Nella seconda parte, viene presentato uno studio che ha coinvolto, per un periodo di circa un anno, 326 lavoratori appartenenti ad un’azienda operante nel settore metalmeccanico. Tale studio costituisce, a conoscenza di chi scrive, la prima indagine – caratterizzata da un disegno longitudinale e da un approccio multi-metodo, entrambi poco presenti anche nella letteratura internazionale – effettuata nel nostro Paese sul fenomeno del presenteismo. L’indagine prende in esame il ruolo di mediazione del presenteismo nella relazione tra specifici fattori di rischio di contesto e di contenuto del lavoro – crescita lavorativa, conflitto con i colleghi, ricompense sociali – e lo strain psico-fisico. I fattori di rischio sono stati rilevati tramite uno strumento self-report all’inizio dell’anno. I lavoratori, alla fine dello stesso anno, sono stati sottoposti alla visita di sorveglianza sanitaria, in cui il medico competente ha rilevato lo strain psico-fisico. Le relazioni ipotizzate sono state testate stimando un modello di equazioni strutturali con variabili osservate. È emersa un’associazione negativa fra ricompense sociali e presenteismo e positiva fra conflitto con i colleghi e presenteismo. Non è invece emersa alcuna associazione tra crescita e presenteismo. Il presenteismo, a sua volta, predice lo strain psico-fisico. Complessivamente, il presenteismo media la relazione tra ricompense sociali e strain, nonché quella tra conflitto interpersonale e strain, ma non quella tra crescita e strain. Il presente lavoro è caratterizzato da alcuni aspetti innovativi rispetto ai precedenti studi condotti sul tema, sia a livello teorico che metodologico. Da un punto di vista teorico il modello ipotizzato si propone di cogliere specifici fattori di rischio del processo che porta alla formazione dello stress lavorativo, attraverso il ruolo del presenteismo. Da un punto di vista metodologico l’adozione di un disegno di ricerca longitudinale e multi-metodo consente una migliore comprensione delle relazioni tra le variabili indagate, spesso limitata dall’utilizzo esclusivo di strumenti self-report in disegni cross-sectional. Vengono discussi, infine, i possibili interventi finalizzati a prevenire il presenteismo e a minimizzare le sue conseguenze negative sulla salute
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2683977
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 18
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact