L’articolo si propone di analizzare dal punto di vista metrico e stilistico la traduzione montaliana del Cid di Corneille. Partendo dalla nota preposta alla traduzione, ne viene illustrata la composizione metrica, dedicando una particolare attenzione all’impiego montaliano dell’alessandrino e dell’endecasillabo e alle strategie messe in atto da Montale per evitare e compensare le rime baciate corneliane. Vengono poi individuati i tratti stilistici che distinguono la traduzione dal testo originale, e che possono essere ricondotti ad alcune tendenze proprie di Montale poeta e traduttore: la propensione alla variatio, l’impiego diffuso dell’enjambement e la ricerca della concentrazione espressiva. La presenza di questa forte impronta stilistica montaliana induce a riflettere sulla questione della fedeltà in Montale traduttore.

Montale traduttore di Corneille: il "Cid"

Elena Coppo
2017

Abstract

L’articolo si propone di analizzare dal punto di vista metrico e stilistico la traduzione montaliana del Cid di Corneille. Partendo dalla nota preposta alla traduzione, ne viene illustrata la composizione metrica, dedicando una particolare attenzione all’impiego montaliano dell’alessandrino e dell’endecasillabo e alle strategie messe in atto da Montale per evitare e compensare le rime baciate corneliane. Vengono poi individuati i tratti stilistici che distinguono la traduzione dal testo originale, e che possono essere ricondotti ad alcune tendenze proprie di Montale poeta e traduttore: la propensione alla variatio, l’impiego diffuso dell’enjambement e la ricerca della concentrazione espressiva. La presenza di questa forte impronta stilistica montaliana induce a riflettere sulla questione della fedeltà in Montale traduttore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3245032
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact